venerdì 5 febbraio 2016

Il Golden Milk

Ho trovato molteplici ricette e vari tipi di istruzioni riguardo a questa ricetta chiamata  Golden Milk (Latte d'oro).
Proverò a fare un sunto prendendo le parti che  secondo me sono più giuste.
Specifico che la ricetta è composta da due parti diverse, la prima tratta la preparazione della pasta di curcuma e la seconda la bevanda vera a propria.

Ingredienti per la pasta:
mezza  tazza di curcuma in polvere;
mezza  tazza di acqua; 
mezzo cucchiaino di pepe nero in polvere

Preparazione:
Iniziate a fare a bollire in un pentolino l’acqua, il pepe e la curcuma. Lasciate cuocere i tre ingredienti, mescolate fino ad ottenere un impasto cremoso, non troppo denso, e fate in modo che non si creino grumi. Appena pronta, conservate la pasta di curcuma in un barattolo chiuso in frigorifero (dicono che si conserva per un massimo di 40 giorni....)

Immagine presa da internet
Ingredienti per il latte d'oro:
un quarto di cucchiaino di pasta di curcuma, 
una tazza di latte vegetale (di riso, di soia, di cocco),
un baccello di cardamomo (facoltativo)
un cucchiaino di olio di mandorle dolci (per uso alimentare) oppure ghee
miele a piacere, a seconda dei gusti
cannella in poltere (facoltativa)

Preparazione:
Fate bollire in un pentolino (per circa due minuti) una tazza di latte vegetale con la pasta di curcuma ed il cardamomo (che poi verrà tolto).
Mescolate bene, aggiungete l'olio di mandorle, togliete dal fuoco e versate in una tazza. 
Infine, dolcificate con del miele e guarnite con una spruzzatina di cannella, se vi fa piacere.

Secondo la medicina ayurvedica questa dovrebbe essere una cura della durata di 40 giorni.
Particolarmente indicata  per tutti coloro che hanno problemi alle articolazioni o alle giunture, ottima per la colonna vertebrale dato che lubrifica, aiuta a rompere i depositi di calcio, riduce eventuali infiammazioni e contribuisce a rimuovere le tossine.
Inoltre la curcuma  è disintossicante, soprattutto a livello del fegato, cicatrizzante e antiossidante. Importante è associarla sempre con il pepe che rende la curcuma più assimilabile.



giovedì 26 novembre 2015

Alimentazione in menopausa




Un interessante fascicolo che può essere d'aiuto a tutte le donne che affrontano il periodo della menopausa.










Tratto dal sito http://www.agireoraedizioni.org
Per poter ordinarlo in formato cartaceo al costo di € 0,50 cliccate qui

sabato 18 luglio 2015

RICETTA ZUCCHINE SOTT'ACETO CHE SI TRAMANDA

Copio ed incollo dal blog di Stefania Rossini questa ricetta, che mi sembra molto interessante per chi come me ha esubero di zucchine in questo periodo! Lei a sua volta l'ha ricevuta da una sua amica......La condivisione fa sempre bene!

http://natural-mente-stefy.blogspot.it/2013/06/la-pratica-meglio-della-grammatica.html



"Qui di seguito vi darò la ricetta base , poi da modificare in base alla quantità di zucchine a disposizione , io per esempio per 24 vasetti ho utilizzato 5 volte più della dose base.

-1 litro di acqua 
-300 ml aceto , importante il rapporto 30% di aceto minimo 
-1 cucchiaino di sale fino
-1 cucchiaino di zucchero
-foglie di alloro
-chiodi di garofano
- pepe nero

Fare bollire il tutto.
Nel frattempo lavare e tagliare a quarti o a metà le zucchine , dipende quanto sono grandi .
Quando il tutto bolle , tuffare le zucchine e cuocerle circa 3/5 minuti , cambieranno colore !
Nel frattempo avremo preparato i vasetti ben lavati .

Scolare le zucchine ma tenere il liquido di cottura , con un cucchiaio mettere le zucchine bollenti nei vasi pressare bene , poi vuotarci sopra bollente il liquido di cottura , con l'aiuto di un coltello muovere un poco le zucchine in modo da fare passare il liquido ovunque ... Accertarsi che le zucchine siano ben coperte con il liquido, chiudere con il sigillo e lasciare raffreddare ...etichettare e stoccare in cantina oppure in dispensa!!."



Anche la foto è tratta dal blog di Stefy!






martedì 23 giugno 2015

Mousse deliziosa di Fusine

Ciao, è da tanto tempo che non posto una ricetta.  Però non posso mancare di condividere questa deliziosa ricetta di Sonia dell'Institute of Yogic Culture, che ci ha deliziato il palato durante il Seminario estivo annuale.

Ingredienti:
due parti di ricotta
una parte di yogurt bianco naturale molto ben sgocciolato con una garza per renderlo più denso
sciroppo di grano per dolcificare (oppure malto)
biscotti secchi sbriciolati
una tavoletta di cioccolato fondente tagliata grossolanamente
albicocche secche tagliate a pezzetti piccoli

Preparazione:
Mescolare la ricotta con lo yogurt assieme allo sciroppo.
Vanno prepararti dei bicchierini o delle coppette mettendoci a strati prima uno strato di ricotta, poi con un cucchiaino piano piano si mette un po' di biscotto,  poi uno strato di ricotta, poi una cucchiaiata di cioccolato, poi di nuovo ricotta ed infine le albicocche per decorare.
Si mette il tutto in frigo per alcune ore e si serve fresco.
E' buonissimo!!



mercoledì 10 dicembre 2014

Zuppa di ceci, zucca e castagne

Sempre per mio uso e consumo, ricetta trovata sul blog "la montagna incantata" e modificata dal mio gusto:

Ingradienti:
una carota
mezzo porro
olio extravergine d'oliva
una piccola zucca pulita e tagliata a dadi
250 gr di ceci lessati
una ventina di castagne lessate in pentola a pressione, pulite dalla pellicina
una patata
rosmarino in polvere
dado vegetale
sale
pepe
50 gr di cous cous integrale


Procedimento:
Fare un soffittino con carota e porro tritati in un goccio di olio. Aggiungervi la zucca, i ceci, le castagne  tritate grossolanamente. Aggiungervi acqua a coprire il tutto, dado, sale, rosmarino.
Far cuocere in pentola a pressione per una quindicina di minuti, alla fine dei quali aprire e con il minipimer ridurre tutto in crema.
Aggiugere olio a crudo e pepe qb.
Versarvi il cous cous e lasciare che si gonfi per qualche minuto, a questo punto la zuppa è pronta per essere gustata.

Foto dal web... me ne sono dimenticata, era troppo buona per ricordarsi di fotografarla..... :)







venerdì 7 novembre 2014

Le castagne cotte in pentola a apressione


L'anno scorso avevo  trovato  e  sperimentato con risultati soddisfacenti questo semplice modo per cuocere le castagne sul sito gustoblog.it, ed ora che siamo di nuovo in periodo di castagne sono andata a ripescare l'articolo.



Riporto il tutto come scritto là per mio uso e consumo e per condividere con chi passa per di qua, ed aggiungo una foto che ho fatto io!


Ingredienti:
1 kg di castagne
2 foglie di alloro
acqua qb


Procedimento:
Lavare accuratamente le castagne, quindi asciugarle ed inciderle leggermente. Versarle all'interno della pentola a pressione, coprirle con abbondante acqua e chiudere bene coperchio e valvole. Adesso accendere la fiamma ed aspettare il fischio. Da questo momento calcolare circa 20 minuti di cottura, quindi spegnere la fiamma, fare fuoriuscire il vapore ed aprire la pentola.







giovedì 30 ottobre 2014

Peperoni ripieni di miglio

Nel nostro orticello in affitto i peperoni continuano a crescere... avevamo comperato le piantine di peperoni rossi e gialli, ma misteriosamente sono nati sempre e solo peperoni verdi, buonissimi, con la scorza sottile...
Stavolta mi sono cimentata in una ricetta che mi è sta a suggerita da Daniela, ma elaborata secondo quello che avevo a disposizione in casa..

Ingredienti:
Una quantità imprecisata di piccoli peperoni
100 gr di miglio
aglio
prezzemolo
curcuma un cucchiaino piccolo
olive quantità ad occhio
capperi idem come sopra
sale
pepe
poco pan grattato


Procedimento:
Ho lavato bene il miglio sotto l'acqua corrente, finché diventa trasparente.
Ho lasciato scolare un po' in un colino a maglie strette per farlo sgocciolare.
Messo in una pentola antiaderente con un goccetto di olio e l'ho fatto tostare per qualche minuto.
Ho coperto con circa mezzo litro d'acqua, portato ad ebollizione, abbassato la fiamma e fatto cuocere coperto per circa 20 minuti, controllando ogni tanto che non si asciughi troppo. Eventualmente si aggiunge un po' d'acqua fatta riscaldare a parte, come nel risotto.
A fine cotture ho spento e ho fatto riposare ancora una decina di minuti coperto.
Poi ho tolto il coperchio ed ho lasciato raffreddare.
Nel frattempo ho pulito i peperoni, li ho delicatamente aperti in alto ed ho tolto tutto l'interno con i semi e i filamenti. Alcuni peperoni un po' ammaccati li ho puliti e messi da parte per il ripieno.
Quando il miglio si è raffreddato ho  frullato olive, capperi e i ritagli dei peperoni non interi, ho aggiunto aglio, prezzemolo, curcuma, sale e pepe ed unito tutto al miglio.
Con questo impasto ho riempito con delicatezza i peperoni e ci ho aggiunto sulla superficie un po' di pan grattato.
Ho acceso il forno a 180 gradi e fatto cuocere per una mezz'oretta.
Sono venuti molto buoni!!!






Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...